Latest Posts:

Sorry, no posts matched your criteria.

Follow Us:

Back To Top
Image Alt

Torta di carote e mandorle al grano saraceno

Torta di carote e mandorle al grano saraceno

Ingredienti per 4 persone

  • farina di grano saraceno 100g
  • fecola di patate o amido di mais 50g
  • 3 uova
  • stevia 100g
  • olio extravergine di oliva Di Molfetta Frantoiani 30g
  • carote 200g
  • mandorle 150g
  • 1 bustina di polvere lievitante per dolci
  • pizzico di sale
  • yogurt bianco greco, striscioline di carote fresche, granella di mandorle e menta fresca per guarnire

Procedimento

Unire tutti gli ingredienti in un frullatore tranne le carote e le mandorle. Mescolare bene il preparato e successivamente aggiungere le carote tagliate a pezzettini piccoli, frullare bene fino ad ottenere un composto omogeneo.

Aggiungere solo ora le mandorle poco alla volta, continuare a frullare a intermittenza.

Ottenuto un composto omogeneo si può procedere preriscaldando il forno a 180 gradi centigradi, foderare una teglia tonda da 22cm di diametro e versare l’impasto da cucinare per 40 minuti sempre 180 gradi. Guarnire e servire la torta di carote e mandorle.

Informazioni nutrizionali

Il grano saraceno è naturalmente privo di glutine e ricco di fibra, un alimento adatto anche per chi è celiaco. Il grano saraceno si caratterizza per l’elevato valore biologico delle proteine. A differenza della maggior parte dei cereali ha un buon contenuto di lisina, aminoacido essenziale generalmente carente in questi alimenti. Il grano saraceno è anche ricco di vitamine, in particolare del gruppo B. Tra i minerali: ferro, fosforo e zinco.

Il compito principale del ferro nel nostro organismo è legare l’ossigeno alla molecola di emoglobina, presente nei globuli rossi, dando loro la possibilità di trasportare ossigeno ai tessuti, e ad altre molecole come la mioglobina, necessaria per trattenerlo nei tessuti. Il fosforo rappresenta un elemento strutturale di ossa, denti e cellule; è essenziale per il buon funzionamento del sistema nervoso, dei muscoli e per la produzione di energia.

Lo zinco è coinvolto nella produzione, deposito e liberazione dell’insulina, partecipa al metabolismo degli ormoni tiroidei, interviene nella funzionalità delle papille gustative, è essenziale per il sistema immunitario, per la crescita, la fertilità e nello sviluppo del sistema nervoso centrale.